Salotto

Quasi mi violento per fare ciò che sto per fare ma lo devo fare!

Apro la portafinestra, esco sul terrazzo, prendo la scala e la posiziono al posto giusto. Olè. Mi arrampico fin su, apro le ante del soppalco e prendo i due scatoloni, vuoti da fine novembre.Ho deciso.Basta. Quando è troppo è troppo.Guardo per l’ultima volta il pezzo di natura sintetica in salotto. È ora che ci separiamo,… Continua a leggere Quasi mi violento per fare ciò che sto per fare ma lo devo fare!

Salotto

Ci sono giornate un po’ così

Ci sono giornate talmente così, talmente tanto tanto così che neanche fai in tempo ad accorgertene. Alle 11, appuntamento con la nutrizionista. Si trova a un chilometro e mezzo da casa e quindi vado a piedi. Ore 10,48, esco. In ascensore invio un messaggio alla dottoressa che probabilmente tarderò cinque minuti. Esco dal portone. Cazzarola… Continua a leggere Ci sono giornate un po’ così

Salotto

Figuraccia #unadelletante

Entro in un negozio dei cinesi. Ormai si chiamano così, no? Oppure sarebbe più corretto chiamarlo emporio cinese. Ma forse sarebbe ancora più corretto non sottolineare l'appartenenza razziale, anche se non volevo certamente sottolinearla.Uffa, che fatica.Entro in un emporio.Sì, Emma, ma ormai non esistono più i negozi come emporio o casalinghi. E infatti, lo vedi… Continua a leggere Figuraccia #unadelletante

Salotto

Ho un peso qui e te lo voglio raccontare

Dopo un anno e mezzo sono tornata in palestra. Una palestra quasi irriconoscibile. Triste. Silenziosa, anche. Rinnovata anche in peggio, con colori tetri e arredamento extra minimal. E già l'atmosfera ammoscia la voglia di ricominciare e rimettermi in moto. Ci sono delle regole ben precise. Poche. Semplici. Tutti ci arrivano. Tutti ci possono arrivare. Eppure,… Continua a leggere Ho un peso qui e te lo voglio raccontare

Salotto

Presente imperfetto — La Lettrice Vis à Vis

Sono (ero) un’Artista di Strada “L’importante non è avere tutto in testa, ma sapere dove andare a trovarlo” (Juan Villoro) Questa la citazione che leggevano i miei potenziali ospiti, scritta su una lavagna, quando mi incontravano sul loro cammino. Sono (ero) un’Artista di Strada, e porto nello spazio pubblico l’opportunità di una relazione attraverso la […]Presente… Continua a leggere Presente imperfetto — La Lettrice Vis à Vis

Salotto

c’è un posto per leggere e uno per scrivere

I miei posti preferiti per la lettura sono in sostanza due: in salotto sulla poltrona blu accanto al calorifero aperto al massimo, d’inverno; in terrazzo sulla sdraio, di primavera-estate-autunno.Leggo sulla carta, se non sono in viaggio lo preferisco, e ho sempre la matita rossoblù in mano e accanto una matita normale bella appuntita per scrivere… Continua a leggere c’è un posto per leggere e uno per scrivere